Passa ai contenuti principali

Parte la nostra nuova iniziativa: l'avvocato risponde in diretta

Il nostro studio legale, al fine di potenziare ulteriormente l'utilizzo delle risorse offerte dalla rete internet, lancia oggi una nuova ed importante iniziativa con la speranza di raccogliere il maggior numero di adesioni da parte di clienti e lettori di questo blog.

Intendiamo, infatti, inaugurare una nuova rubrica periodica da affiancare a quelle già presenti sul nostro sito istituzionale emiliocurci.net, denominata "L'avvocato risponde in diretta" al fine di creare un momento di interazione in diretta web con i nostri lettori su uno specifico argomento giuridico previamente individuato.

Per fare questo utilizzeremo il sistema di diretta web offerto da Google+ che consente un collegamento  contemporaneo tra più persone, sino ad un massimo di otto che possono interagire tra loro, non solo in modalità audio/video, ma anche condividendo schermo del computer o documenti.

Naturalmente, per poter partecipare, sarà necessario disporre di un account Google (diffuso ormai su larga scala e soprattutto gratuito) avendo preferibilmente creato un proprio profilo su Google Plus (l'ormai noto social network creato proprio da Google) e di una semplice webcam.

Prima di fissare data e orario della prima diretta vogliamo, però, avviare una consultazione tra tutti i nostri lettori chiedendo loro di quale argomento giuridico siano interessati a discutere.

Tali proposte potranno essere inviate semplicemente inserendo un commento a questo post, nel quale indicare l'argomento giuridico di proprio interesse o, comunque, altre proposte e suggerimenti.

Coloro che siano interessati a partecipare al primo evento in diretta per porre domande e interagire con i nostri avvocati sullo specifico argomento prescelto, potranno, poi, inviare una e-mail al nostro indirizzo mail: info@emiliocurci.net nella quale indicare il proprio nome e indirizzo di posta elettronica.

A tutti sarà inviata una e-mail di riscontro con l'indicazione della data prevista per l'evento, l'argomento prescelto e le istruzioni per effettuare il collegamento.

Ricordiamo che l'evento potrà essere seguito in diretta, come semplice ascoltatore, anche da chi non potrà interagire direttamente come partecipante con le modalità che provvederemo sempre a comunicare su questo blog.

Crediamo vivamente che iniziative di questo tipo possano essere molto utili soprattutto al fine di abbattere quella barriera che spesso si crea tra cliente e professionista e  grazie alla rete web, consentire nuove ed interessanti interazioni.

Aspettiamo, pertanto, fiduciosi vostri commenti e contributi anche sull'utilità dell'iniziativa.

Commenti

Post popolari in questo blog

Inoltrate le prime due richieste di decreto ingiuntivo europeo dallo Studio

In data odierna sono state inoltrate a mezzo posta, presso due uffici giudiziari di altrettanti Stati membri dell'Unione (Spagna e Bulgaria), per conto di una società cliente dello Studio le prime due richieste di decreto ingiuntivo europeo nei confronti di società con sede all'estero. Si rammenta brevemente che, il "decreto ingiuntivo europeo" è stato introdotto dal regolamento n. 1896/2006 che istituisce un "procedimento europeo di ingiunzione di pagamento". Tale procedura consente al creditore – in via facoltativa – di ricorrere al ricorso al procedimento europeo o di impiegare le procedure nazionali. Il procedimento speciale disciplinato dal regolamento è applicabile ai crediti non contestati nel settore civile e commerciale, mentre restano escluse le controversie inerenti l’ambito doganale, amministrativo, fiscale, in materia di fallimenti, concordati e procedure similari, in ordine al regime patrimoniale dei coniugi, testamenti e successioni, nonché …

Le indagini patrimoniali sui debitori per il recupero del credito

Frequentemente il nostro studio si occupa di recupero del credito, sia a favore di cittadini che di imprese.
Naturalmente le modalità di recupero sono diverse a seconda della tipologia di credito in questione, ossia se si tratta di un'azione da effettuare sulla base di un titolo esecutivo già esistente ed autonomamente azionabile (es: un assegno o una cambiale) o, se viceversa, ci si debba preventivamente munire di un titolo da far valere nei confronti del debitore (es: decreto ingiuntivo per mancato pagamento fatture).
Infatti, prima di poter aggredire il patrimonio di un debitore è indispensabile essere in possesso di un titolo a cui la legge riconosce "efficacia esecutiva" e, cioè, di un atto o di un documento che consenta di avviare, dopo una preventiva intimazione di pagamento (c.d. precetto), una procedura esecutiva (pignoramento) sui beni dello stesso, al fine di soddisfare il proprio credito.
La legge riconosce efficacia esecutiva ad una serie di documenti, tra …

Il nostro studio ha aderito al circuito di convenzioni Amica Card

Dal mese di marzo 2012 il nostro studio legale è entrato a far parte dell'elenco dei partners del circuito nazionale Amica Card.
Si tratta di una convenzione che consente a tutti gli associati del circuito di ottenere numerosi benefici economici offerti dai partners aderenti, tra cui anche svariati studi professionali.
Per tutte le informazioni è possibile cliccare sull'indirizzo www.amicacard.it e cercare il nominativo del nostro studio legale nell'apposita maschera di ricerca.
Invitiamo, dunque, tutti coloro che siano già titolari della carta Amica Card che abbiano necessità di assistenza legale a visualizzare la vetrina virtuale del nostro studio e a contattarci ai nostri recapiti.